La prima volta che abbiamo visitato una mostra di patchwork o ammirato un bel quilt in una vetrina siamo rimasti a bocca aperta, tutti.

Quella baraonda di pezzettini, di colori messi insieme. La sensazione di morbidezza, l’emozione che un quilt trasmette sono innegabili, un gran senso di confort e serenità. Diciamo spesso: “Un quilt è un abbraccio d’amore”.

Ma cos’è veramente un quilt? Perchè spesso confondiamo le parole “quilt” e “patchwork”?

In questo breve video, realizzato dall’Associazione Ad Maiora di Verona, la signora Sandra spiega il vero significato.

Quindi, quilt è il prodotto finito, assemblato e trapuntato, patchwork è il processo di composizione del davanti di un quilt.

Ma, prima dell’avvento delle macchine per cucire, come facevano le donne a realizzare quei bellissimi quilts che possiamo ancora ammirare nei musei dedicati, in Inghilterra o negli USA?

A mano, ovviamente! Con ago, filo, forbici e stoffe recuperate.

E la tecnica di assemblaggio dei pezzetti era l’English Paper Piecing (sigla EPP), ovvero cucire con le sagome.

Da wikipedia, tradotto: “Il metodo per attaccare e mantenere fermi pezzetti di stoffa, ancora molto popolare in Inghilterra. La tecnica consiste nel ricoprire con la stoffa varie forme geometriche, ritagliate da carta o cartoncino, imbastire fermo la stoffa, poi cucire insieme le forme ottenute. Finchè non si è ottenuto il blocco finale, non si rimuove la carta. Si ritiene che questa tecnica risalga al 1889”.

La forma principale usata è quella dell’esagono, ma tutte le forme geometriche possono essere cucite così, dal quadrato all’ottagono.

In questo blog troviamo esempi stupendi di quilts con esagoni cuciti nel 1800.

Ecco due video che spiegano egregiamente la tecnica.

La grandezza degli esagoni è variabile, a seconda dei propri gusti. L’esagono per il patchwork viene classificato per la misura del suo lato, non della circonferenza. Quindi avremo esagoni con lato 1 pollice (1 inch) oppure di cm 2,5.

A tanti puo’ piacere disegnare da sè le varie forme geometriche, con matita e carta millimetrata. Io preferisco risparmiare tempo e stampare le sagome su carta A4.

Chi sa usare programmi di grafica come Photoshop e simili arvà vita piu’ facile, io utilizzo spesso questo tool online:

Free Online Graph Paper / Grid Paper PDFs

Per prima cosa si sceglie la forma geometrica desiderata, nella pagina selezionata si scelgono le misure, in pollici-inches oppure millimetri-metric. Il programma produce un file in formato PDF che puo’ essere stampato agevolmente. Basta ritagliare lungo le linee ed il gioco è fatto.

E fin qui, la teoria. Nel prossimo episodio guarderemo le varie applicazioni di questo metodo, le stoffe piu’ consigliate, alcuni modelli da realizzare.

Un solo avvertimento – WARNING: questa tecnica porta dipendenza, è una vera e propria “malattia” o fissa, si chiama ESAGONITE. Potreste ritrovarvi piu’ o meno così (se già non ci siete dentro con tutte le scarpe):

Documentazione ed immagini:

Per chi usa Pinterest, un mondo di bacheche piene zeppe, una goduria per i nostri occhi!

Museo di Stato dell’Illinois – USA

1812 War and Piecing

 

Nel prossimo episodio: Esagonite applicata – I modelli tradizionali – I modelli FREE

 

Leggi anche:

Bentornato PatchworkCaffe’!

Mi piace immaginare la scena di amici/che che si rincontrano nel solito bar dopo anni che non si vedono. I ...
Leggi Tutto

Give Away di fine 2017 del PatchworkCaffe’

Durante le vacanze di Natale è stato indetto il Give Away di fine 2017, sulla pagina Facebook del Patchwork Caffe', ...
Leggi Tutto

Patchwork – quilting – La serie

Nasce un nuovo progetto del PatchworkCaffe': una serie ad episodi con argomento Patchwork e Quilting. Una sorta di biblioteca, di ...
Leggi Tutto

San Valentino nel cuore delle quilters

Noi quilters con i cuori ci sappiamo fare, è un'arte che coinvolge il cuore prima che il cervello. Quando pensiamo ...
Leggi Tutto

Patchwork – le basi – Il patchwork cucito a mano – primo episodio

La prima volta che abbiamo visitato una mostra di patchwork o ammirato un bel quilt in una vetrina siamo rimasti ...
Leggi Tutto

image_printStampa
Patchwork – le basi – Il patchwork cucito a mano – primo episodio
Mi piace

3 pensieri su “Patchwork – le basi – Il patchwork cucito a mano – primo episodio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *